che la virtù della lealtà, & sincerità vera sarebbe in esso, & ne'suoi descendenti in infinito. Et l'Autore perciò col motto dice starsi fermissimo in su la pietra quadra con questa buona gratia di lealtà, & in un medesimo tempo mostra di voler nutrir il padre, & i suoi passati vecchi (sì come fa la Cicogna) che hanno avuto questo desiderio di lealtà, con esser'ancor'esso di fermissimo animo in se guir Lealtà, Magnanimità, & Grandezza. Concio sia che anco in questo modo si dica nutrirsi il padre, quando il figliolo segue le sue lodate, & onorate vesti gie, & allora il padre, vecchio vive dall'egrezza più illustre, et con più perpetui tà, per gli onorati fatti de'lor successori. Et da sì bella Impresa si conosce, che essendo la più parte de'maggiori di questo Autore stati di continuo nella divo tion della Casa d' Austria, egli ora in particolar novamente si sia stabili to al servitio del Re Filippo, da i veri effetti chiamato Catolico. Onde nella natura dell'ucello, gratissima, & pietosissima verso il padre & la madre, comprendendo l'Autor se stesso, venga a mostrar la conoscenza del debito suo in amare, riverire, & servire il detto Re suo, alquale non nemo si conosca tenu to, che al padre stesso. Ne maggior'osservanza potria mostrargli, che lo star di continuo col piensiero, & con gli occhi intentissimo à contemplar lo splendor suo, a la sua gloria, e'l suo valore. Et che il detto Autore abbia voluto in questa Impresa per quel Sole intendere il detto Re, suo Signore, si può andar conside rando dal sapersi, che quel Re ha per sua Impresa il Sole, sì come si vedrà in questo volume al suo logo. Et col vedersi il Sole nel segno del Montone, ne viene con belissima gratia ad augurar'una nova, & felicissima primavera, ò più tosto una felicissima rinovatione, ò un quasi vero novo nascimento del mondo, tenendosi per cosa certo fra i dottori, che quando il mondo fu creato da Dio, il Sole si ritrovasse in detto segno. Puossi oltre à tutto ciò, credere, che essendo l'Autor già detto, giove ne di bellissima presenza, ricco, nobile di sangue, & gentilissimo di costumi, non fosse cosa nè impossibile in alcun'modo, nè indegna del suo bell'animo, che questa Impresa avesse ancora il suo sentimento amoroso, volendo per a ventura con l'essempio della gratitudine dell'uccello verso quei, che gli hanno mostrati segni & effetti di vero amore, ricordar'alla Donna sua quanto mag giormente in questo pietoso ufficio si convenga, che un animal quasi irrationa le sia avanzato da lei, la qual essendo nata donna, viene ad esser la piu nobi le, & la piu degna di tutte le cose create, sì come nella mia Lettura della perfet tion delle Donne con tanta chiarezza s'è dimostrato. ò pur con la stabilità del la pietra, & con la gratitudine del'uccello abbia voluto significar se stesso, & per il Sole la Donna sua, mettendosi parimente nel segno, che è fine del Verno, per mostrar'il fine del Verno della vita sua, ch'è stato in tutto quel tempo, che non ha havuto conoscenza di lei, & nel principio della primavera, cioè nel fio rir dell'ingegno, & valor suo per lei. Ma per certo molto più è da credere, & confermare, che tutti questi bei pensieri, & particolarmente quest'ultimo, oltre à molt'altri, che egli forse ne deve avere, sieno, doppo Iddio, nell'intention sua rivolta al re Catolico, suo Signore, poi che con ogni altra principal dimo stration sua si fa conoscere di non aver maggior pensiero ò proponimento, nè maggior contentezza, o maggior gloria che d'impiegarsi nella sua contem platione, & nel suo servitio. Ruscelli 1584     Page 0037      Emblem/impresa: 5     
DI FILIPPO RE DI SPAGNA. Poscia, ch'appare il Sol nel'Orizonte, Illustra tutto a pocco a pocco il mondo Su'l carro, che si mal resse Fetonte, Che pose fine al suo viver giocondo. Se coronata l'honorata fronte Il gran FILIPPO a null'altro secondo Di tanti Regni, come Sol, tra poco Allumerà ogni piu oscure loco. Pittoni 1568     Page *004      Emblem/impresa: 2